Condominio Campustrino III

Il condominio Campustrino III è un edificio composto da 46 unità immobiliari e 8 spazi adibiti a negozi, situato nell’omonimo storico quartiere forlivese. Il lavoro è consistito inizialmente in uno studio di fattibilità in merito alla trasformazione dell’impianto di riscaldamento alimentato a olio combustibile in impianto alimentato a gas metano di rete, in quanto i locali adibiti a centrale termica non erano normativamente idonei a ospitare una centrale a metano.

Condominio Campustrino III – Forlì

Procedura attuata

Una volta trovata la soluzione riguardo al posizionamento della centrale, si è provveduto all’espletamento di tutte le pratiche (DIA, progettazioni elettriche e meccaniche, esame progetto per Certificato Prevenzione Incendi, pratica per l’ottenimento della detrazione fiscale del 65%, pratica CPI, pratica ex-ISPESL ora INAIL, dichiarazione di conformità).

Contemporaneamente, sono stati eseguiti di tutti i lavori idraulici consistenti in:

  • rifacimento integrale della Centrale Termica ed Idrica
  • sostituzione integrale di tutti i vecchi termoconvettori con nuovi radiatori in acciaio tubolare adeguatamente dimensionati
  • sostituzione delle vecchie valvole dei radiatori già esistenti con nuove valvole termostatizzabili, dotate di teste termostatiche di tipo manuale

Le unità sono state dotate di un sistema di contabilizzazione indiretta del calore mediante l’installazione di ripartitori di calore a doppio sensore di temperatura, operanti in radiofrequenza e teleleggibili da remoto attraverso un modem GSM. In centrale termica sono stati installati due contatori di energia termica certificati MID, necessari per suddividere i consumi tra produzione di acqua calda sanitaria e riscaldamento.

Condominio Campustrino III – Forlì

Risultati ottenuti

I risparmi annui conseguiti in termini di energia primaria nell’anno successivo alla riqualificazione hanno raggiunto il 43%.

Componenti

I componenti installati sono:

  • 356 ripartitori di calore a norma EN 834 installati su ciascun corpo scaldante
  • 2 contacalorie generali a norma EN 1434 installati in centrale termica
  • 9 antenne concentratrici radio a batterie poste nei vani scala al fine di raccogliere i dati dei ripartitori di calore
  • 1 antenna concentratrice dotata di modem GSM posta nel locale centrale termica che consente la telelettura dei dati da remoto
Tutti i Case Study